Diabolo

Il diabolo, dal greco “tirare diagonalmente”, è un articolo da giocoleria a forma di clessidra orizzontale, di origine cinese. Il diabolo è appoggiato su un cordino (circa 1mm di diametro e 1m di lunghezza) nel punto centrale, quello più sottile, chiamato asse, che può essere fatta di diversi materiali; il cordino è legato all’estremità di due bacchette. Si tiene una bacchetta per mano (dall’estremità senza cordino) e muovendole adeguatamente si ottiene la rotazione del diabolo. Si possono quindi fare diversi giochi, per esempio aprendo le braccia il cordino viene teso facendo saltare il diabolo. Grazie all’effetto giroscopico il diabolo mantiene l’asse di rotazione direzionalmente stabile.

Esistono vari tipi di diabolo, di diversi materiali, grandezze e forme. In particolare, ogni caratteristica è funzionale ad un obiettivo: un diabolo più pesante manterrà il movimento di rotazione più a lungo di uno leggero, ma sarà più lungo il tempo che occorrerà a caricarlo e sarà più difficile farlo arrivare ad altezze considerevoli; un diabolo di gomma sarà più resistente agli urti, quindi più adatto per i salti, nel caso il diabolo cada a terra, mentre appositi diabolo di metallo possono essere infuocati per creare maggiore spettacolarità.

https://www.diabolo-ida.org/